Ennesima onda di calore, poi irrompono temporali e fresco

Graziano Brotto

Graziano Brotto Categoria: Previsioni - Pubblicato il 09-07-2021

Break temporalesco al nord poi nuova ondata di caldo a inizio settimana. Seguirà una irruzione fresca e instabile più energica.

Verso un'altalena fra temporali, caldo, rinfrescata energica e nuovo caldo a fine mese.

Giornata strana ieri, con il sud molto caldo e il nord martellato da forti temporali. Fra le zone più colpite, Rozzano nel Milanese dove la grandine ha danneggiato molte auto. La zona di Cuneo, con l’avvistamento del cono di un tornado .

Treni fra Varese e Arona bloccati per un intervento dei Vigili del Fuoco per il maltempo alla stazione di Parabiago. Alcuni voli in arrivo agli aeroporti di Milano sono stati dirottati a Bergamo. Forti temporali che si sono sfogati in molte zone a nord del Po, colpito il veronese da nubifragi e grandine, ma alcuni rovesci sono sconfinati anche in Emilia Romagna con grandine a Imola, qualche downburst e vento forte.

Quando al caldo, i 40°C sono stati toccati alla stazione Meteo AM ufficiale di Foggia, 39°C in varie zone del Salento, ma notevole anche 37°C a Forlì, complice il vento di caduta da SW. E proprio questo caldo, contrastando con l’aria fredda in quota della saccatura, è diciamo così benzina, combustibile, per i temporali.

La situazione

Nel corso di oggi, venerdì 9 luglio, la saccatura in quota irrompe in pieno sul nord con l’isoterma -15°C a 500 hPa, elemento che lascia presagire altri forti temporali, ma precede una temporanea rinfrescata. A seguire avremo pressione con l’anticiclone africano invade in pieno la Spagna.

Complice una nuova depressione fra Uk e Francia una breve espansione dell’anticiclone africano porterà poi una nuova vampata di caldo su tutta la Penisola, con l’isoterma sempre di +30°C che si avvicina minacciosa alla Sardegna. Novità poi a metà settimana con probabile irruzione in pieno di un vortice freddo e instabile in quota.

Sabato di sole sull’Italia, fresco a Londra nel giorno della finale

Fine settimana che vede un rapido ritorno del sole, per gli amanti del mare sarà una giornata molto soleggiata, spalmatevi la crema! Caldo nelle città, ma non esagerato, con 33-35°C da nord a sud. Giornata buona anche in montagna, soprattutto al mattino. Al pomeriggio qualche cumulo evolverà in rovesci a carattere isolato.

Un cenno a Londra, grande l’attesa per la finale Italia – Inghilterra agli europei di calcio Euro 2020. Serata fresca sullo stadio di Wembley, 18-20°C, parzialmente nuvoloso, con rovesci irregolari attorno a Londra, dunque rischio di qualche pioggia presente, quantificato al 40% ma più verso la notte.

Speriamo vinca l’Italia, in tal caso, si potrà festeggiare, in modo civile e rispetto delle regole Covid, nelle città e piazze Italiane senza alcun disturbo meteo.

Domenica 11 luglio estiva e calda

Giornata di domenica fotocopia di quella di sabato, con sole, temperature in aumento e il caldo che torna oltre righe. Spiagge con sole, città calde e spesso afose, montagne fresche di sera e mattina e gradevoli di giorno, molto limitati i brevi acquazzoni estivi tardo pomeridiani. Caldo appunto in aumento, 35-36°C renderanno fastidioso stare a Bologna, a Roma e in altre città. Ma col cambiamento climatico, prepariamoci, potrebbe andar peggio.

Inizio settimana bollente

Lunedì 12 e martedì 13 nuova risalita dei termometri a valori da febbre, ovvero a 37°C o più, in alcune zone del nord, specie Emilia Romagna, al centro, e nelle zone interne del sud, localmente complici effetti orografici locali anche in località prossime al mare, nel catanese anche fino a 40°C o più, idem nell'interno Sardegna.

Martedì i temporali attorno alle Alpi riprendono decisamente vigore e intensità, dove arrivano faranno danni, massima attenzione quindi, seguite radar, satelliti e allerta.

Instabile e più fresco a metà settimana

Questa è la premessa di una fase in cui i temporali potrebbero irrompere anche al centro, con un buon refrigerio, anche fresco deciso sulle Alpi. Non affrettatevi a dire clima o tempo impazzito se sulle Alpi, ad alta quota come sulla Marmolada o sui ghiacciati di Monte Bianco e Cervino, compare la neve.

Lo strano sono i ghiacciai che se ne vanno con lo zero termico a 4500 m, non le normali effimere nei fronti freddi estivi. Caldo appunto in attenuazione, temporaneamente giovedì alcune città al centro nord anche un po sotto ai 30°C, ma l’estate non se ne va, tranquilli

Tendenza fine mese e inizio agosto

Tutto lascia presagire che il periodo climaticamente più caldo dell’anno vedrà un’ennesima ondata di caldo, che visto il periodo potrebbe essere la più intensa della stagione estive. Presto però per stimare le temperature che si raggiungeranno, gli eventuali temporali di calore o dovuto a ondulazioni delle correnti in quota. Al solito, seguiteci per gli aggiornamenti e i dettagli.

 

L'anticiclone Africano si riprende l'Italia, ma anche qualche temporale in arrivo

Graziano Brotto

Graziano Brotto Categoria: Previsioni - Pubblicato il 04-07-2021

Il centro meteo americano NCEP traccia linee di tendenza per i prossimi 45 giorni, di un’estate terribile per l’Europa.

Il centro meteo americano NCEP traccia linee di tendenza per i prossimi 45 giorni, di un’estate terribile per l’Europa.

L’evoluzione climatica prospettata dal centro meteo americano NCEP – NOAA, propone la formazione di un insolito anticiclone su parte dell’Europa. Un’anomalia rilevantissima potrebbe formarsi su gran parte del Vecchio Continente, e generare un’ondata di calore da record.

In particolare, nella parte orientale del continente europeo si formerebbe un’alta pressione con valori di straordinaria rilevanza per quella zona, che comprimerebbe l’aria nei bassi strati dell’atmosfera, accentuandone il calore. A fine giugno la temperatura ha raggiunto valori record per il mese a Mosca, come lo succedeva da 120 anni. E sarà di nuovo la Russia obiettivo di un evento meteo record, dove i valori di pressione in quota saranno maggiormente anomali.

Ma tutte le regioni mediterranee, Italia compresa, si potrebbero trovare all’interno di una struttura anticiclonica che andrà a comprimere l’aria nei bassi strati dell’atmosfera. A ciò, in area mediterranea, si sommeranno gli effetti dell’espandersi di aria molto calda proveniente dal Sahara. Questo andrebbe a innescare ondate di calore.

Lo si evince dal modello matematico americano che estende le sue previsioni sino ad una validità di un mese e mezzo.

Dalle cartine che esprimono dei valori di anomalia ai vari livelli atmosferici, vediamo una sorta di lingua di fuoco che dovrebbe estendersi dalla regione maghrebina verso l’Italia, poi tutta l’Europa centrale, la Scandinavia e la Russia occidentale. Il picco massimo di anomalia si dovrebbe verificare nelle regioni del circolo polare Artico, esattamente verso la Norvegia settentrionale e la Lapponia.

Prima ondata di caldo

Prima ondata di caldo

Seconda ondata di caldo

Seconda ondata di caldo

Allo stesso tempo, un insolito nocciolo d’aria fredda influenzerà l’Europa occidentale, in particolare il Portogallo e la Spagna dell’ovest, dove la temperatura andrebbe pesantemente sotto la media.

Lo stesso modello matematico di previsione, a più lungo termine propone anomalie verso il caldo in Europa, però con alcune novità in area artica, dove sembrerebbe crearsi una ampia area con temperature sotto la media che potrebbero contrastare con i valori termici sopra la norma, che per tutto il mese di luglio caratterizzerebbero il clima europeo.

In conclusione, il mese di luglio,  potrebbe avere temperature diffusamente sopra la media sull’Italia. Però potrebbe cominciare a piovere con maggiore regolarità nel Nord Italia.

Inizio Luglio, si smorza la canicola e transitano alcuni temporali.

Graziano Brotto

Graziano Brotto Categoria: Previsioni - Pubblicato il 28-06-2021

Metà settimana, meno caldo e con qualche temporale in transito su parte della Penisola

PRIMO LUGLIO. La saccatura presente da giorni sull'Europa centrale e responsabile di alcuni temporali sulle regioni settentrionali nella prima parte della settimana si metterà in moto verso est dall'inizio del nuovo mese, puntando gli stati orientali del Continente ed influenzando ancora il tempo delle nostre regioni settentrionali. Giovedì 1° luglio saranno infatti le zone alpine alle prese con una certa instabilità, in particolare i settori centro-orientali e le pianure adiacenti, dove sono attesi rovesci e qualche temporale, talora anche forte. Sul resto d'Italia si manterranno condizioni più stabili, ma nel frattempo il parziale ritiro dell'anticiclone africano verso latitudini più meridionali favorirà, almeno parzialmente, lo smorzamento della canicola anche al Sud. Si rimarrà qualche grado sotto i 40°C sul Sud peninsulare e punte di 40°C si potranno raggiungere ancora in Sicilia, ma solo localmente, mentre sul resto d'Italia il clima sarà decisamente più sopportabile.

TENDENZA FINO AL PRIMO WEEKEND DI LUGLIO. Ancora una certa instabilità si dovrebbe attardare sulle Alpi centro-orientali venerdì con parziale coinvolgimento delle pianure del Nordest. Meglio sul resto d'Italia con temperature in ulteriore lieve calo anche al Sud. Entro la fine della settimana invece non è escluso un peggioramento più organizzato a partire dal Nord Italia, con piogge e temporali anche forti in possibile estensione a parte delle regioni centrali, per il passaggio di una più pronunciata saccatura in arrivo dall'Atlantico. Vista la distanza temporale la tendenza poterebbe subire modifiche. Vi consigliamo di seguire i prossimi aggiornamenti.

Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione Italia.

Per sapere se sono previste eventuali allerte sulla tua località, e di che tipo, consulta la nostra sezione Allerte

Le migliori previsioni meteo del web sul modello comparativo