Vasta Perturbazione minaccerà l'Italia nel Fine Settimana.

Graziano Brotto

Graziano Brotto Categoria: Previsioni - Pubblicato il 11-11-2021

Impulso freddo da nord richiamato dal ciclone mediterraneo, diffusa instabilità anche nella prossima settimana.

Situazione attesa nel fine settimana

Il Mediterraneo continua ad ospitare un vortice di bassa pressione bloccato da giorni a ridosso delle Baleari, con ripercussioni meteo anche su parte d’Italia. Questo ciclone mediterraneo continua ad insistere sulle stesse zone, perché è di fatto impossibilitato a scorrere verso levante, ostacolato dall’anticiclone subtropicale proteso appena ad est della Penisola.

L’alta pressione atlantica genera un ponte sul Centro Europa che contribuisce quindi a bloccare nella stessa posizione l’area ciclonica mediterranea. L’Italia viene a trovarsi lungo il bordo ascendente del vortice e risente di umide correnti sciroccali, con piogge e temporali sparsi in alcune regioni. Nel weekend un fronte dal Nord Europa darà manforte al ciclone mediterraneo.

INSTABILE CON PIOGGE E TEMPORALI AL CENTRO-SUD

L’Italia continuerà a trovarsi nella zona di confine fra il vortice ciclonico afro mediterraneo e l’alta pressione. Di conseguenza avremo ancora parecchia instabilità al Centro-Sud, con nubi irregolari a tratti compatte associate a precipitazioni sparse. I fenomeni più intensi tenderanno ad accanirsi su alcune parti della Sicilia.

Il ciclone mediterraneo sembra destinato a perdere energia in avvio di weekend o quanto meno a limitare il proprio raggio d’azione, influenzando più marginalmente l’Italia. Si prevede un’ulteriore attenuazione dell’instabilità a parte rovesci sulle Isole, ma nel contempo si affaccerà una nuova insidia con l’approssimarsi di una perturbazione dalla Francia.

WEEKEND CON NUOVO MALTEMPO

Il nuovo impulso freddo, in discesa dalle alte latitudini europee, riuscirà ad aggirare l’anticiclone, sfruttando il cedimento barico atteso sul Centro Europa e trovando un varco per affondare sul Mediterraneo. La lacuna depressionaria presente in area mediterranea farà da polo attrattivo per l’impulso freddo in discesa da nord.

Nel dettaglio, si prevede un peggioramento che dal Nord si estenderebbe al Centro Italia entro domenica, soprattutto lungo i settori tirrenici. Non mancheranno fenomeni localmente intensi e abbondanti, con nevicate sulle Alpi. Questo impulso nord-atlantico traghetterà aria un po’ più fredda, che andrà a rinnovare la depressione tra Mediterraneo e Nord-Africa

 PROSSIMA SETTIMANA ANCORA SEGNATA DA MOLTA INSTABILITÀ

Non si attende nulla di buono nei primi giorni della prossima settimana. Ci sarà un contesto meteo instabile non molto dissimile da quello attuale, per via della depressione mediterranea rinvigorita, sempre bloccata poco ad ovest dell’Italia. Il meteo più instabile probabilmente penalizzerà ancora una volta le regioni centro-meridionali e le due Isole Maggiori.

Si rinnoverà il rischio di temporali localmente forti. Un campo di alta pressione continuerà a fare da blocco sull’Europa Centro-Orientale, impedendo la normale evoluzione della circolazione ciclonica mediterranea verso levante. Il regime depressionario mediterraneo potrebbe poi essere agganciato da nuovi impulsi perturbati nord-atlantici da metà della prossima settimana.

ULTERIORI TENDENZE METEO

A differenza di quanto indicavano le precedenti proiezioni, non sono però attese irruzioni fredde degne di nota verso l’Italia. Bisognerà attendere più a lungo per le prime manovre invernali anche a livello europeo, con discese d’aria fredda che potrebbero abbassarsi di latitudine e puntare il Mediterraneo nella terza decade di novembre.

Le previsioni meteo professionali da UP Meteo.