Graduale aumento dell'instabilità nel weekend di Pasqua

Graziano Brotto

Graziano Brotto Categoria: Previsioni - Pubblicato il 01-04-2021

Dopo il sole ed il caldo di questi giorni e discrete festività pasquali potrebbero tornare maltempo e freddo

Oggi e domani anche oltre 25°C su gran parte del Centro Nord Italia.

Siamo sotto un rovente e anomalo anticiclone africano, con temperature che in varie città hanno raggiunto in Europa, per marzo, valori record. Ma si sta per concretizzare un deciso cambiamento. L’anticiclone delle Azzorre andrà verso nord, favorendo nei primi giorni di aprile la discesa di aria fredda inizialmente verso l’Europa Centro-Orientale.

Ed ecco che quindi l’anticiclone subtropicale si sgonfierà rapidamente prima sull’Europa Centrale e poi anche sul Mediterraneo. Nel corso del fine settimana di Pasqua, un imponente affondo d’aria provenienti dalle regioni dell’Artico, punterà prima le Isole Britanniche e poi l’Europa Occidentale, imprimendo un’ulteriore svolta. In Italia inizierà a calare sensibilmente la temperatura, soprattutto al Nord, dove attualmente è fortemente superiore alla media.

Il cedimento dell’alta pressione avrà effetti anche sull’Italia, dove giungerà una circolazione d’aria instabile, a carattere debolmente ciclonico dalla Penisola Iberica. L’influenza di area di bassa pressione porterà tempo più instabile. Si potrebbero verificare piogge sparse anche alcuni temporali, e non è da escludere che possono assumere anche forte intensità a carattere locale. Rischio di grandine.

La Pasqua sarà dal meteo incerto in molte regioni, con nubi irregolari più diffuse al Centro-Nord Italia, con la possibilità di qualche pioggia al Nord-Ovest. Nelle ore più calde del pomeriggio acquazzoni potranno coinvolgere anche qua e là i settori alpini e parte dell’Appennino. Ma attenzione, si verificherà un severo abbassamento della temperatura.

Il cambiamento meteo più vistoso si avrà però da Pasquetta, con l’affondo della saccatura di origine artica dall’Inghilterra fin verso il Mediterraneo. La circolazione ciclonica già presente sull’Italia verrà così rinvigorita al punto da dare genesi a condizioni meteo in ulteriore peggioramento con maltempo.

Piogge e temporali potrebbero coinvolgere soprattutto le regioni centro-settentrionali, mentre il Sud Peninsulare e la Sicilia verranno a trovarsi più ai margini. Questa linea di tendenza è ancora soggetto di modifiche, in quanto la previsione della traiettoria della saccatura potrebbe subire variazioni.

Questo contesto meteo-climatico caratterizzerà anche gran parte della Pasquetta quando però, oltre ad alcuni temporali attesi in Sicilia, verso sera si avvertiranno i primi segnali di un nuovo peggioramento ad iniziare dalle regioni del Nord, con l'arrivo di nuove piogge, ma anche di nevicate fino a quote basse per la stagione, preludio a un proseguimento di settimana all'insegna di un contesto addirittura più invernale che primaverile.
Insomma, tornerà a far freddo.

UP Meteo - Le previsioni meteo per domani