Parziale calo della temperatura con temporali al nord ma continua il caldo record per ben 15 giorni

Graziano Brotto

Graziano Brotto Categoria: Previsioni - Pubblicato il 22-06-2022

Temporaneo rerfrigerio con maggiore instabilità su Alpi, Ovest Valpadana e Appennino

Da qualche giorno abbiamo evidenziato la possibilità di un abbassamento della temperatura nell’evoluzione meteo di questa settimana. Non sarà niente di eclatante, però su alcune aree italiane la temperatura diminuirà anche sensibilmente rispetto al periodo precedente.

Si tratterà di una breve interruzione dal grande caldo, che poi riprenderà durante la prossima settimana, cominciando a crescere già da questo fine settimana.

L’abbassamento di temperatura dovrebbe coinvolgere gran parte delle regioni settentrionali italiane, per poi anche estendersi alla Sardegna occidentale, le coste toscane e quelle marchigiane.

A causare il calo della temperatura sarà una modesta influenza dell’aria oceanica che raggiungerà parzialmente le regioni settentrionali, dove si svilupperanno temporali soprattutto sulla fascia alpina e prealpina. Qualche temporale vagante lo troveremo anche in pianura, dal Piemonte verso est, quindi la Lombardia e poi il Veneto, il Friuli.

Non saranno questi i temporali che risolveranno il gravissimo deficit pluviometrico che sta determinando la siccità cui ormai i mass-media parlano diffusamente. Per altro, parecchi temporali sono accompagnati da feroci cadute di grandine.

In Italia abbiamo avuto precipitazioni molto inferiori alla media, e col caldo l’evaporazione aumenta considerevolmente, crescono anche le esigenze di utilizzare l’acqua. Inoltre, notevoli risorse idriche sono necessarie per irrigare le campagne dato che non piove. Ma la situazione è davvero molto critica, e difficilmente si risolverà entro due settimane.

Il refrigerio non interesserà le regioni del Centro-Sud Italia, da queste parti farà molto caldo, e addirittura la temperatura tenderà anche ad aumentare su talune aree.

L’abbassamento della temperatura è previsto a partire da oggi mercoledì 22 giugno su parte delle regioni settentrionali. Il calo termico proseguirà anche giovedì, estendendosi più a sud. Potremmo aspirare a temperature prossime alla media su varie località tra quelle interessate dall’abbassamento di temperatura. Sarà un refrigerio che non sbloccherà la situazione di ondata di caldo.

Infatti, non c’è traccia di un abbassamento della temperatura verso valori nella media su tutta l’Italia, peraltro, come abbiamo evidenziato, ulteriori masse d’aria molto calda torneranno a giungere verso il nostro Paese dal prossimo fine settimana, prospettando un inizio della nuova settimana con un caldo piuttosto imponente.

Osservando le proiezioni meteo sul lungo termine, quindi sino a 15 giorni di validità, al momento non vediamo grosse novità, se non una continua affluenza di masse d’aria calda verso l’Italia. Però, i temporali nelle regioni settentrionali potrebbero essere più efficaci rispetto a quelli che ci saranno questi giorni. Ma la siccità non finirà.

UP Meteo - che tempo fa domani?