Da Mercoledì il Ritorno dell'Alta Pressione, ma non per molto.

Graziano Brotto

Graziano Brotto Categoria: Previsioni - Pubblicato il 15-10-2019

Torna l'alta pressione, ma non durerà a lungo

L'alta pressione che da alcuni giorni è tornata protagonista sull'Italia sta già subendo i capricci dell'alito umido ed instabile atlantico. Una perturbazione è in transito sul nostro Paese e sta pesantemente condizionando il tempo sulle regioni settentrionali, fino ai comparti tirrenici del Centro.
Si tratta di una perturbazione intensa, ma comunque veloce e già da mercoledì le condizioni andranno rapidamente migliorando, grazie ad una rimonta dell'alta pressione.
Ma attenzione, sarà un ritorno a un tempo più stabile piuttosto effimero, infatti non durerà a lungo.

Vediamo per quale motivo.
Dopo il rapido miglioramento atteso per mercoledì, le successive 24 ore saranno ancora contrassegnate da un quadro meteorologico piuttosto tranquillo. Ci attende infatti un giovedì all'insegna di un tempo discreto, nonostante non mancheranno nubi sparse, più probabili al Nord-Ovest, dove si registrerà anche il ritorno di foschie o nebbie nottetempo e nelle primissime ore del mattino. Anche al Centro avremo un po' di nubi di passaggio e qualche foschia densa nelle vallate più interne.
Sul fronte termico la situazione si manterrà ancora anomala specialmente al Sud e su parte del Centro, con temperature sempre ben superiori alla media.

Ma a spegnere rapidamente le velleità dell'alta pressione ci penserà il flusso perturbato nord atlantico con una prima perturbazione in arrivo sul Nord Italia venerdì, dove i cieli torneranno a chiudersi e dove si verificherà anche qualche pioggia. In seguito, proprio a cavallo del prossimo weekend, un vortice ciclonico in discesa dal Regno Unito si avvicinerà sempre più al nostro Paese aprendo così la strada ad una fase di tempo decisamente perturbato dapprima al Nord e sulla Toscana e successivamente anche sul resto del Paese.

Si tratta ovviamente di una situazione molto delicata in sede previsionale, di conseguenza sarà necessario attendere ulteriori aggiornamenti.

Nordovest sott'acqua per TEMPORALI E NUBIFRAGI.

Graziano Brotto

Graziano Brotto Categoria: Previsioni - Pubblicato il 15-10-2019

Maltempo al nord, rischio di temporali

AGGIORNAMENTO ORE 15,45. Continua ad avanzare lentamente verso est la perturbazione giunta dall'Atlantico ed i fenomeni più intensi si concentrano ora su Piemonte orientale, Levante Ligure, Lombardia centro-occidentale ed ovest Emilia. Si sono attenuati invece sul Piemonte occidentale e sul Ponente Ligure dove sono subentrate alcune schiarite. Resta critica la situazione in Liguria, in particolare sul Genovese, dove gli accumuli pluviometrici raggiungono punte locali di 480mm, con esondazione del torrente Stura e diversi allagamenti e rallentamenti nella circolazione stradale e ferroviaria dovuta a frane e smottamenti. Notevoli gli accumuli anche sul basso Piemonte al confine con la Liguria, dove si raggiungono i 250mm, con il torrente Orba che ha raggiunto il livello di guardia nell'Alessandrino. Sulle Alpi piemontesi e valdostane è tornata la neve oltre i 2200/2400m, con accumuli anche di alcuni centimetri a quote più elevate, superiori ai 2500m.

Nel frattempo qualche temporale ha raggiunto la Sardegna e il Tirreno centro-settentrionale, con fenomeni sull'alta Toscana e sul medio-basso Lazio, mentre altri lambiscono l'ovest della Sicilia. Bel tempo invece al Sud e sul medio Adriatico, con clima caldo grazie alle correnti di Scirocco e temperature fino a 27°C in Puglia.

Avanza l'Anticiclone Africano, Ottobrata in arrivo.

Graziano Brotto

Graziano Brotto Categoria: Previsioni - Pubblicato il 10-10-2019

Nei prossimi giorni torna a far visita all'Italia l'Anticiclone africano con stabilità, locali annuvolamenti bassi e clima mite.

Si vanno attenuando gli effetti della depressione attiva tra il Mar Ionio e la Libia e del veloce fronte atlantico tra estremo nordest e regioni centrali adriatiche. Nei prossimi giorni rimonta anticiclonica a matrice africana.

SITUAZIONE. Una vasta area di alta pressione occupa le latitudini mediterranee e la Penisola Balcanica abbracciando anche l'Italia, dove la prima parte del weekend sarà caratterizzata da tempo stabile e in gran parte soleggiato. Dovremo però fare inizialmente i conti con una debole circolazione depressionaria sullo Ionio che manterrà moderate correnti settentrionali, foriere di residua variabilità su basso Adriatico e Ionio, per senza fenomeni di rilievo. Un lento cambiamento si noterà invece da domenica, quando l'Italia verrà a trovarsi sulla periferia occidentale dell'alta pressione e soggetta ad infiltrazioni umide atlantiche dirette verso Nordovest ed alto Tirreno. Queste si intensificheranno in giornata ed entro sera distribuiranno qualche isolata pioviggine su Golfo di Genova e medio-alto Tirreno. Altrove proseguirà invece la stabilità anticiclonica con cieli soltanto offuscati da velature e strati alti.

METEO VENERDÌ. Alta pressione sull'Italia e tempo stabile e in prevalenza soleggiato sulle regioni tirreniche e al Nord (salvo foschie e locali nebbie nelle valli al mattino), ancora qualche annuvolamento lungo l'Adriatico e sull'estremo Sud per una residua circolazione fresca settentrionale in via di esaurimento. Temperature generalmente miti, massime fino a 20-22°C in pianura al Nord, 22-24°C al Centro e al Sud con locali punte superiori su Puglia, Basilicata e isole maggiori. Venti deboli o moderati settentrionali, mari poco mossi o localmente mossi.

METEO SABATO. Pressione stabile sull'Italia seppur con una maggiore presenza di foschie e locali banchi di nebbia al mattino su Val Padana, sulle valli interne del Centro e sui litorali adriatici, per il resto prevarrà il sole ma con tendenza a passaggio di alcuni strati alti al Centro-Nord che offuscheranno il sole e qualche addensamento sulle zone ioniche. Temperature stazionarie, con massime fino a 24°C al Sud (punte di 26°C in Puglia e Sardegna) e 20-22°C al Centro Nord. Venti deboli. Mari poco mossi.

METEO DOMENICA. Alta pressione ancora presente sull'Italia ma in indebolimento sul suo bordo occidentale, con conseguente aumento delle infiltrazioni di aria umida da ovest in grado di portare annuvolamenti irregolari su Nordovest, Prealpi e regioni tirreniche, associati a locali piovaschi entro sera su Liguria centrale e tra Toscana, Lazio e Sardegna. Per il resto bel tempo, pur con cieli offuscati da veli e strati alti e le consuete foschie o nebbie al mattino nelle valli interne. Temperature sempre miti con massime fino a 24/26°C al Sud e sulle isole, 20-23°C al Centro Nord. Venti in rinforzo da sud e mari occidentali tendenti a mossi.