Verso una nuova ondata di caldo con picchi di 38-40°C per altri 7 giorni.

Graziano Brotto

Graziano Brotto Categoria: Previsioni - Pubblicato il 18-06-2022

La prossima settimana si potrebbero toccare o perfino superare i 40°C, segnatamente fra giovedì e venerdì nelle città del centro nord. Al mare si potrà trovare parziale sollievo, ma anche la temperatura marina potrebbe crescere a valori anomali, il che preoccupa per quando arriveranno i temporali.

Ondata di caldo sempre più intensa al Sud da martedì 21 giugno. L'ondata di caldo la prossima settimana si farà via via sempre più intensa al Sud. Da giovedì 23 possibile graduale attenuazione al Nord

La Francia è in allerta meteo per l’ondata di calore, così anche varie aree della Spagna dove però sono giunti i temporali. È allerta meteo caldo anche in Italia, dove siamo giunti ad un fine settimana infuocato, ma il peggio potrebbe succedere la prossima settimana.

Come descrivere se non tempesta, bufera quello che potrebbe giungere dal Sahara durante la prossima settimana? Chi avrà modo di osservare le proiezioni dei calcolatori, noterà che rischiamo di avere un acutissimo evento di caldo anomalo.

Spesso si fanno paragoni con il passato, ma in ambito previsionale è rischioso perché il tempo non si ripete mai allo stesso modo. Potremo fare un resoconto mensile sul meteo che ha fatto, quindi in questo caso a Luglio per avere una visione d’insieme raffrontabile con il passato.

Si parla sempre più diffusamente di caldo del 2003, orbene, quest’anno la situazione di partenza è all’apparenza peggiore. Maggio e Giugno divennero molto caldo, ma Giugno meno rispetto a questo del 2022. L’inverno era stato ben più normale, come anche la Primavera. Quest’anno siamo in piena siccità, il mese di Maggio è stato caldissimo e Giugno appare ancor peggio, in specie se facessimo anche una proiezione sul futuro con l’ausilio delle temperature previste.

La calura che abbiamo è da ondata di caldo intensa d’Agosto; perciò, quando giungeranno masse d’aria calda dal Sahara con l’anticiclone, rischiamo valori di temperatura stratosferici. Il punto di partenza, come calura, è più avanzato rispetto al 2003, e le intrusioni di bolle di caldo dal Sahara potrebbero innalzare ancor più che nel 2003 i picchi massimi di temperatura.

Come scrivevamo, la prossima settimana avremo un’onda di calura estrema derivante dal Ghibli. Il Ghibli è la tempesta di sabbia del Sahara che sarà scatenata dall’ingresso di aria più fresca verso il Marocco, e di conseguenza si metterà in moto rapidissimo verso nord, investendo in pieno l’Italia.

Preferiamo che questa novità, al momento venga considerata un’ipotesi da confermare, in quanto anche le correnti oceaniche sembrano essere in rinforzo, e andranno a premere con furia verso l’arco alpino, dove potrebbero sfondare la sua barriera e dar luogo a improvvise escalation di temporali sino alla Pianura Padana.

Infatti, la linea di confluenza differenti masse d’aria si porterà verso il Nord Italia, dove però ci sarà aria rovente. Ciò potrebbe dare luogo a burrasche con eventi meteo estremi.

Siccome si fanno paragoni, comunque, citiamo il 2003, ebbene, in Giugno si ebbero ondate di calore e periodi temporaleschi nelle regioni settentrionali e ampie aree delle zone interne della Penisola. E a tratti anche nelle Isole Maggiori.

Pertanto, in una visione d’insieme, questo 2022 sembra esser peggiore del 2003.

Inoltre, appare strano, che in un regime anticiclonico ci siano forti temporali. Ma l’anticiclone africano è qualcosa di diverso rispetto ad una normale alta pressione. E nonostante la sua presenza, altri eventi meteo estremi si possono inserire e scatenare burrasche, insomma, raffica di temporali intensi.

UP Meteo - Le previsioni meteo per domani.