Irrompe il vero autunno, dal maltempo al gran fresco

Graziano Brotto

Graziano Brotto Categoria: Previsioni - Pubblicato il 02-10-2021

Primi cenni di peggioramento, poi forte maltempo ad inizio settimana al Nord e Toscana. Prima neve sulle Alpi

Nelle prossime ore torneranno a scoppiare temporali anche forti che colpiranno entro sera tante regioni d'Italia.

Il meteo si avvia a peggiorare, per il declino dell’alta pressione messa alle strette da una saccatura che preme da ovest. Correnti più calde ed umide tenderanno ad affluire dai quadranti meridionali, richiamate per l’avvicinamento di un esteso fronte atlantico legato ad un profondo vortice depressionario con fulcro sulle Isole Britanniche.

La perturbazione sta avanzando sull’Europa Centro-Occidentale e i primi disturbi si avvertono anche sulle regioni più ad ovest dell’Italia. Sarà questo il preludio ad una fase di maltempo prettamente autunnale, che si concretizzerà in modo evidente all’inizio della nuova settimana. Le regioni settentrionali saranno quelle più investite da precipitazioni forti, con rischio nubifragi.

AVANZA DA OVEST PERTURBAZIONE, E’ IN ARRIVO

L’autunno, finora timido, si appresta a sferrare il suo primo assalto perturbato su parte d’Italia. Le prime infiltrazioni d’aria umida ed instabile stanno portando le prime insidie instabili verso le regioni del medio-alto versante tirrenico, ma anche sulle Alpi Centro-Occidentali. Le piogge tenderanno a farsi diffuse ed intensificarsi da domenica sera sull’estremo Nord-Ovest.

La parte attiva del fronte entrerà nel vivo nelle prime ore della settimana, a seguito dell’affondo pronunciato della saccatura ad ovest dell’Italia. Nella giornata di lunedì si prevede maltempo anche intenso al Nord e sulla Toscana, con precipitazioni che saranno esaltate dal flusso umido sciroccale e potranno essere localmente violente e persistenti.

 RINFORZO DEI VENTI E TEMPERATURE IN CALO COL MALTEMPO

L’avvicinamento della perturbazione favorirà il rinforzo dei venti in prevalenza di scirocco, a parte dai bacini di ponente. Una breve fiammata di caldo africano coinvolgerà temporaneamente il Centro-Sud ad inizio settimana. Sono attesi di picchi di temperatura anche oltre i 30 gradi, ma sarà una semplice parentesi di caldo prefrontale.

A seguire correnti fresche prenderanno il sopravvento su tutta Italia, con l’arrivo del maestrale fin da lunedì a partire dalla Sardegna. Le temperature potrebbero anche scendere sotto media in montagna e su gran parte del Centro-Nord verso metà settimana, quando l’area depressionaria a carattere freddo tenderà a posizionarsi sull’Italia.

VERO ASSAGGIO D’AUTUNNO, OTTOBRE CAMBIA VOLTO

Non si prevede nulla di buono in avvio al Nord e sul medio-alto versante tirrenico. I fenomeni diffusi si estenderanno dal Nord-Ovest verso il Triveneto e potranno assumere anche carattere di forte intensità. Questa ipotesi di maltempo sarebbe il primo vero episodio prettamente autunnale, in quella che è risultata essere finora una prima parte di stagione a tratti dal sapore estivo.

Oltre al rischio di nubifragi, avremo anche la prima vera neve sulle vette alpine oltre i 2000 metri. Al seguito della perturbazione, si susseguiranno veloci impulsi instabili trasportati da correnti più fresche. Nella parte centrale della settimana il vortice freddo si porterà dalla Gran Bretagna direttamente sul Mediterraneo, con l’instabilità che sperimenterà una fase da pieno autunno.

ULTERIORI TENDENZE METEO

Il vortice freddo metterà radici tra l’Italia e i Balcani nell’ultima parte della settimana, con l’anticiclone che si instaurerà sul Nord Europa. Questa configurazione determinerà l’afflusso di correnti piuttosto fredde per il periodo, ad alimentare il ciclone sul Mediterraneo. Tale situazione sarà quindi propizia al mantenimento di condizioni meteo instabili con temperature sotto media.

Consulta le previsioni meteo.