Temporali anche forti e stop al grande caldo dopo Ferragosto.

Graziano Brotto

Graziano Brotto Categoria: Previsioni - Pubblicato il 14-08-2021

Declino dell'anticiclone africano da lunedì, ritorno dei temporali e calo delle temperature.

ENTRO MERCOLEDÌ TEMPORALI E CALO TERMCO FINO AL SUD

LUNEDÌ SI INTENSIFICANO I TEMPORALI AL NORD. I primi segnali di cambiamento si scorgeranno già nella notte di Ferragosto, quando sulle Alpi giungerà la coda di un fronte nord atlantico, responsabile di rovesci o temporali in intensificazione sulle Alpi centro-occidentali. Nella giornata di lunedì questo comincerà ad erodere il bordo superiore dell'anticiclone africano, innescando altri rovesci e temporali, a tratti anche di forte intensità, che tra pomeriggio e sera cercheranno di sconfinare alla Val Padana, specie ai settori centro-orientali ma limitatamente a quelli a nord del Po. Il fronte sarà sospinto da correnti più fresche che si riverseranno sulle regioni settentrionali, dando luogo ad un primo calo delle temperature, soprattutto su Alpi e alta Pianura Padana. 

Nulla di fatto invece sul resto d'Italia, con il tempo che si manterrà stabile e in prevalenza soleggiato e le temperature molto elevate, sugli stessi valori di domenica, a tratti ancora intorno ai 40°C su alcune zone interne di Puglia e Sardegna.

ENTRO MERCOLEDÌ TEMPORALI E CALO TERMCO FINO AL SUD. Col trascorrere dei giorni il fronte riuscirà ad erodere ulteriormente l'anticiclone africano ed i rovesci o temporali ad esso associati si spingeranno verso sud fino a coinvolgere martedì bassa Val Padana e Centro Italia, specie versante adriatico tra Marche e Abruzzo.

Mercoledì rovesci e temporali in trasferimento anche a parte del Sud, più probabilmente con coinvolgimento delle aree appenniniche, mentre le condizioni tornerebbero a migliorare prima al Nord, poi anche al Centro. Ma l'aria decisamente più fresca al seguito del fronte favorirà un apprezzabile calo delle temperature, entro mercoledì anche al Sud peninsulare, mettendo definitivamente fine alla canicola di agosto, ad eccezione soltanto di alcune aree interne della Sicilia.

TENDENZA SUCCESSIVA. Nella seconda parte della settimana l'alta pressione potrebbe tornare a rinforzare alle latitudini centro-meridionali del Continente, ma non si tratterebbe più del rovente anticiclone africano, bensì di un più 'normale' anticiclone delle Azzorre

Le temperature di conseguenza si manterrebbero su valori accettabili, senza eccessi di calore, ma un po' di instabilità diurna sarebbe sempre possibile sulle zone di montagna, sua alpine che appenniniche, con qualche rovescio o temporale. Vista la distanza temporale la tendenza potrebbe subire modifiche. Vi consigliamo di seguire i prossimi aggiornamenti.

UP Meteo - che tempo fa domani